Il medioevo nel mondo

Medioevo nel mondo 1
Condividi sui social che usi di più!

A causa della sua cattiva fama il medioevo viene spesso mal interpretato. Per ignoranza, viene chiamato “età buia”, tuttavia vi possiamo assicurare che il medioevo è stato un periodo storico assai rigoglioso. Uno dei periodi più vari e affascinanti della storia dell’uomo, il medioevo è soggetto di moltissimi film, libri e ricerche. Vogliamo analizzare il mondo medievale nel complesso, senza parlare di avvenimenti specifici. Offrire un’infarinatura generale e proporvi qualche curiosità sull’argomento. Per prima cosa vorremmo spiegare la vera origine del concetto di “età buia”.

Il termine “età buia”

Il termine “età buia” o “età di mezzo” viene per la prima volta utilizzato nel periodo illuminista per rappresentare quel periodo storico in cui ci si è allontanati dallo studio e dall’utilizzo dei costumi “classici“, ovvero dal mondo greco e latino. In età medievale, infatti, viene sì abbandonata la cultura classica, ma si sviluppano la scienza, la medicina, la chimica. Chiaramente allora erano molto diverse da oggi, tant’è che con “medicina” intendiamo l’utilizzo di erbe per la cura di mali più o meno gravi.

Godetevi il documentario redatto da “Ulisse” con conduttore il più giovane della famiglia Angela. Il Medioevo fra mito e realtà.

Ci teniamo a sottolineare che, per ignoranza , “medioevo” assume una sfumatura negativa, quasi come se stessimo parlando del buco nero della storia, ma non è affatto così. Al medioevo risalgono alcune se non molte delle opere e delle costruzioni che oggi vediamo nelle nostre Chiese, nei borghi cittadini. Basti pensare ai castelli o alle fortezze, le cittadelle. Sono tutti concetti costruttivi che si sviluppano nel corso del medioevo. Nel panorama culturale italiano e mondiale i borghi medievale occupano una grande fetta. Perciò attenzione a non interpretare male certi argomenti delicati, perchè si rischia di fare confusione. Tant’è che anche oggi nelle scuole spesso e volentieri si spiega il medioevo come fosse un periodo storico nullo, un periodo di passaggio.

Medioevo: quando inizia? E quando finisce?

Se ti aspetti una risposta immediata fermati un attimo e leggi attentamente le nostre prossime parole. Quando inizia il medioevo? E quando finisce? Beh, dipende! Dipende da diversi fattori, ma vediamo di fare un po’ di chiarezza. La prima domanda a cui dobbiamo rispondere per capirci qualcosa di più è questa: un periodo storico, che sia medioevo, età moderna o qualsiasi altri, è uguale per tutti in tutto il mondo? Ovviamente no. Il medioevo, ad esempio, ebbe caratteristiche diverse in Italia rispetto alla Cina, ad esempio. La locazione geografia e quindi anche usi, costumi, abitudini e innovazioni, subiscono in maniera differente lo scorrere del tempo e l’entrata in un nuovo periodo storico.

Vogliamo anche fare chiarezza sull’aspetto istantaneo o meno del passaggio da un’età all’altra. Per convenzione vi sono diverse date che stabiliscono l’inizio e la fine del Medioevo in una certa area geografica, ma, ovviamente, il passaggio non è istantaneo come uno schiocco di dita. Si parla di un processo lungo e travagliato che, per convenzione, ne vengono stabiliti inizio e fine in base ad un avvenimento storico. Eccoci dunque arrivati alla domanda che ci interessa: quando inizia il medioevo? E in base a cosa?

La periodizzazione

Medioevo nel mondo

In questo caso non si parla più solo di area geografica, ma anche di punto di vista. Secondo la periodizzazione più diffusa il punto di inizio del Medioevo è la caduta dell’Impero romano d’Occidente (l’unico e solo impero, secondo Dante Alighieri). Dalla visione politica eurocentrica, dunque, il Medioevo inizierebbe poprio nel 476 d.C.
Ci sono altre chiavi di lettura, però. Da un punto di vista politico, ad esempio, il 330 d.C. potrebbe essere considerato l’inizio del Medioevo, ovvero l’anno del trasferimento della capitale dell’impero da Roma a Costantinopoli.

Medioevo nel mondo

Per la fine dell’età “di mezzo” il discorso è lo stesso. Per convenzione prendiamo come anno di riferimento il 1492, l’anno della scoperta ufficiale del Nuovo Mondo, l’America. Dal punto di vista politico-militare, ad esempio, un’altra data potrebbe sancire la fine di questo periodo storico: il 1453, l’anno in cui Costantinopoli cadde sotto l’egemonia turca.
Diverse sono le date, ma ovviamente il periodo storico quello è. E non esiste una data giusta o sbagliata, ma solo diverse chiavi di lettura.

Gli avvenimenti e i personaggi più importanti

Medioevo nel mondo
  1. Nel 476, come abbiamo detto, cadde l’Impero romano d’Occidente a favore di Odoacre
  2. Nel 490 Teodorico sconfigge e fa uccidere Odoacre, inizia l’egemonia ostrogota nella penisola italica.
  3. Fra il 528 e il 535 nasce il Corpus Iuris Civilis, la prima codificazione del diritto romano
  4. Fra il 590 e il 604, con il pontificato di Gregorio Magno, il papa assume il potere temporale in Italia
  5. Fra il 711 e il 714 gli arabi sconfiggono e cacciano via i visigoti
  6. Nel 800 Carlo Magno viene incoronato dal Papa re dei romani, nasce il Sacro Romano Impero
  7. Nel 1016 i normanni compaiono per la prima volta in Italia
  8. Nel 1059 Papa Niccolò II riserva ai cardinali l’elezione del pontefice
  9. Tra il 1099 e il 1272 si consumarono le crociate.
  10. Nel 1337 inizia la guerra dei cento anni
  11. Nel 1453 a Magonza, con la tipografia di Gutemberg, nasce la stampa
  12. Nel 1480 gli ottomani sbarcano in Puglia e conquistano Otranto
  13. Nel 1492 muore Lorenzo De’ Medici e cade l’equilibrio politico che si era affermato con la Pace di Lodi
  14. Nel 1492 inizia il pontificato di Rodrigo Borgia
  15. Nel 1492 fu scoperto il Nuovo Mondo